Avvisi parrocchiali-pastorali

per le dirette video della santa Messa

LUNEDI SABATO ORE 18.30

DOMENICA ORE 11.00

 https://www.facebook.com/adyadriananton

https://www.youtube.com/user/dkarlup/

https://www.instagram.com/domady/

https://www.pscp.tv/adriananton

https://www.facebook.com/parr.sangelorumcatechesi/

NORMATIVA PER LA MESSA DOMENICALE FASE 2

Indice
  1. Pannelli fuori le chiese indicheranno chiaramente le norme igieniche da rispettare. Non si fa alcuna eccezione. Chi non è munito dei presidi di tutela non potrà partecipare alla celebrazione.
  2. Si chiede di arrivare in chiesa per tempo in modo da prendere posto ordinatamente
  3. Le porte d’ingresso e di uscita resteranno aperte, per evitare che i fedeli tocchino la maniglia e che il luogo sia costantemente areato.
  4. All’ingresso della chiesa i fedeli che non hanno i guanti dovranno disinfettarsi le mani con gli appositi sanificatori.
  5. La temperatura corporea viene misurata personalmente a casa. Se supera o è pari a 37,5 gradi non si può partecipare alla celebrazione.
  6. Le acquasantiere sono vuote.
  7. I fedeli prenderanno posto secondo le indicazioni, riempiendo poco alla volta i posti davanti. È assolutamente vietato spostare le sedie!
  8. All’ingresso della chiesa troverete il personale volontario, che salutando calorosamente i fedeli, ma senza dare loro la mano, indicherà loro come comportarsi.
  9. Il sagrato della chiesa rimane chiuso.

Durante la celebrazione:

  1. Si eviterà qualsiasi movimento dei fedeli, i lettori (2 ogni Messa) saranno già nei pressi dell’ambone, il cantore e l’organista presso le rispettive sedi.
  2. Non saranno distribuiti libri per i canti e foglietti della messa perché andrebbero disinfettati.
  3. I lettori proclamano la Parola di Dio con la mascherina e i guanti per evitare qualsiasi contatto col microfono e con il lezionario.
  4. Non si fa la processione offertoriale.
  5. Durante la Messa non ci si scambia il segno di pace.
  6. Per la comunione: Il celebrante si disinfetta le mani e mette la mascherina, prima di distribuire l’eucarestia, mentre i fedeli restano fermi al posto. Siedono quelli che non la ricevono, stanno in piedi quelli che la devono ricevere.
  7. Il celebrante gira personalmente a distribuirla, lasciando “cadere” l’Eucarestia sulle mani e verificando che il fedele la consumi davanti al Celebrante, evitando qualsiasi profanazione.
Per l’accoglienza:

Per l’uscita dalla celebrazione:

  1. Alla fine della messa i volontari della parrocchia tengono aperte le porte di uscita e i fedeli escono rispettando le distanze, fila per fila con calma, senza raggruppamenti e assembramenti.
  2. Dopo ogni messa saranno igienizzati sedie, porte, microfoni e gli oggetti liturgici

PREGARE IN FAMIGLIA DOMENICA V DI PASQUA

https://www.facebook.com/sarparrocchiaavvisi/

Non abbiamo celebrato la Quaresima nelle nostre chiese, non abbiamo potuto rivivere le liturgie delle domeniche, la Via Crucis al venerdì e le catechesi. I luoghi più importanti e amati delle nostre comunità per la prima volta, nella loro secolare storia, sono rimasti desolatamente vuoti di fedeli e ancora lo saranno, perchè non possiamo radunarci neppure per il Triduo, neppure per la Pasqua di Risurrezione. Vivremo il mistero e la verità di questi eventi ciascuno nelle proprie case, però insieme a tutta la Chiesa, uniti dall’unico Spirito d’Amore, accesi dalla stessa fede. Ma cercando l’Amato dove Lui è, nel pane spezzato e offerto a poveri peccatori, nella scandalosa e insopportabile impotenza del Figlio di Dio sulla Croce, inchiodato e trafitto dagli uomini, forse quest’anno capiremo più in profondità la Pasqua di Gesù. Vulnerabili ed esposti molto più di quanto pensavamo, possiamo intuire perchè Gesù si è reso vulnerabile ed esposto ai nostri deliri “senza belare lamento”, senza opporre resistenza: fratello, vicino e prossimo di ogni vinto della storia, di ogni uomo in balia dell’uragano, figli senza voce e senza diritti. Possiamo anche capire meglio che siamo più uguali di quanto credavamo, e più vicini… “Quei posti là”, le insicurezze e i drammi di quei popoli cominciamo a conoscerli anche qui, anche noi. Figli dell’unico Padre e fratelli. E Lui a morire per tutti, senza distinzioni. “Imparate da me che sono mite e umile di cuore”: allora aumenterà la giustizia e fiorirà la pace, allora collaboreremo con il Signore “perchè venga il suo Regno” e noi impareremo ad amare e a compiere la sua volontà. Questa è la vera Pasqua di Gesù: la Sua vita in noi, la nostra vita in Lui. E’ cercarlo e incontrarlo dove Lui si trova, non dove noi pensiamo che sia o dove noi lo vorremmo…

E’ vero, ci mancherà tantissimo non poterci ritrovare per celebrare insieme la Santa Liturgia, è come una lama piantata nel fianco, ma quest’anno forse, resi più umili da tanto dramma e dalla consapevolezza della nostra reale misura, ci sarà più facile vedere e amare il Signore anche se rimarremo nelle nostre case. E imparare a riconoscerlo e servirlo dove Lui si trova: nel fratello che ti sorride o che ha bisogno di te, e in lui riconoscere un figlio di Dio, un figlio nel Figlio Gesù.

Buona Pasqua, insieme al mio abbraccio più sincero e caloroso.

A voi vicino, Dom Adrian

un saluto Cristo e Risorto Veramente è Risorto

VENERDI OTTVA DI PASQUA SANTA MESSA https://www.pscp.tv/adriananton/1OdJrqRPevpGX?t=43s

lunedi santo https://youtu.be/5y0c_UJkRkw

https://www.diocesitivoli.it/il-vescovo/attivita-pastorale/2442-ultime-disposizioni-del-vescovo

PREGHIERA IN TEMPO DI CORONAVIRUS

O Dio, in questo tempo di paura, a causa del diffondersi del coronavirus ci rivolgiamo a Te. Ti chiediamo perdono perché spesso vivendo “come se Tu non esistessi” ci ricordiamo di Te soltanto quando siamo stretti dalle necessità e dai pericoli.

Fa che torniamo a Te con tutto il cuore, guariscici innanzitutto dal virus della nostra incredulità, del nostro egoismo, e del peccato. Virus che contagia e devasta il mondo più di ogni altro.

Quando siamo isolati tra noi e da Te sentiamo il desiderio di incontrarci e di affidarci alla Tua Misericordia, segno evidente che Tu ci hai creati per Te e per vivere da fratelli e sorelle in umanità.

Ti preghiamo: salvaci da questo virus che ci impaurisce.Salva il Tuo popolo perché possa tornare a lodarTi insieme nelle nostre comunità e per le strade. Proteggi e consola i contagiati, gli anziani, chi è solo e senza difese immunitarie. Sostieni quanti con generosità si pongono al loro servizio per curarli, illumina quanti ci governano e quanti nel campo della ricerca scientifica stanno cercando le vie per uscire da questo contagio.

Dona a tutti serenità interiore e la pace del cuore che nasce dall’affidarsi a Te, Signore delle nostre vite e della storia, che hai dato Te stesso per noi. Accogli nella pienezza eterna della Vita i defunti. Tutto questo Ti chiediamo per intercessione di Maria Santissima Immacolata, di San Giuseppe suo sposo, dei Santi Lorenzo, Agapito e Rosalia nostri celesti patroni. Amen.  

                           +Mauro Parmeggiani                                                                     Vescovo di Tivoli e di Palestrina                       Tivoli, 7 marzo 2020

dolcetto -santino per le vie del paese 2019
festa dei Santi 2019 in oratorio
per ritirare il calendario rivolgersi alla sagrestia

calendario parrocchiale

6 gennaio2019
Parrocchia Santa Maria e San Biagio in Sant
fullsizeoutput_7cb1.jpeg

DOC008

manifesto dei santi.jpg

r

a015630a-0689-438e-aaa6-dcdebeebab4f
36745611_2116517971970686_3030163400865873920_n
35971631_10217026512483781_5235509539767320576_o.jpg
s luigi gonz
34822081_10216926094013382_2145371911364804608_o

MAMMA MARIA canto

Ho sussurrato il nome di Maria. Il cuore si è riempito di allegria. Ho scelto tra le rose la più bella. Per poi donarla a Te, oh Mamma bella. Tu mi hai sorriso e teso le tue mani. Mi hai detto “non temere il tuo domani”. Sarò sempre con te Figliolo mio. Ti porterò con me dal Padre tuo

Mamma Maria Mamma Maria. Tu mi sostieni e guidi in questa vi_i_a. Mamma Maria Mamma Maria. Regina tu ora sei e Madre mia. Tu mi hai donato il sangue del Signore

Tu mi hai donato gioia e tanto amore. Ho scelto su nel cielo una stella assomigliava a Te, oh Mamma bella. Mamma Maria Mamma Maria. Tu mi sostieni e guidi in questa vi_i_a

Mamma Maria Mamma Maria. Regina tu ora sei e Madre mia

rcAJZp5wTzqt2+9pLkLoUw
31369719_10216594799051215_6839858083145973760_o.jpg

festa comunicandi 2018


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...